Buona Pasqua

01 aprile 2021 - Auguri di Buona Pasqua dal Presidente

 

L'abbraccio onlus - Fubine

Appuntamenti ed Eventi

Buona Pasqua

01 aprile 2021
Carissimi,
Ci siamo lasciati a Natale con il racconto che i lavori della nuovo Reparto di Neonatologia era iniziati, oggi vi comunico che i lavori termineranno a fine aprile e dal primo maggio sarà possibile programmare il  trasferimento nella nuova struttura.
In parallelo si sta rivedendo la risistemazione  dei locali per dare più spazio e funzionalità al Reparto di Maternità e migliore qualità nelle prestazioni, soprattutto di consultazione, alla chirurgia, venendo anch’essa a beneficiare dei locali lasciati dalla ‘vecchia’ neonatologia.
La cucina e l’asilo nido, terminati a novembre, ormai funzionano a pieno ritmo. 
E questo per quanto riguarda la ristrutturazione e la costruzione delle strutture murarie.
In realtà il nostro ospedale sta crescendo molto velocemente e con esso il territorio circostante .
I progetti in essere in collaborazione con ISFQ del Canada, di 5 Ospedali Pubblici in Benin, Del DDS delle Collines e delle strutture del territorio circostante:
- La prevenzione dell’asfissia perinatale 
- L’accesso all’ossigenoterapia con concentratori di ossigeno e i CPAP
- La telemedicina con equipaggiamento di una sala ad essa finalizzata
- Il Programma Nutrizionale sempre in espansione 
 
E per quanto riguarda il territorio:
- Continua sempre più spedita la FORMAZIONE DELLE DONNE nostre ‘sentinelle’ nei villaggi
- La formazione nel CENTRO GIOVANI per l’ingresso nel mondo del lavoro, per la paternità e maternità responsabile, per la prevenzione delle malattie
- Il lavoro di monitoraggio ed incentivazione alla frequenza scolastica soprattutto delle ragazze
E tutto questo viene fatto insieme: L’ABBRACCIO, COOP MINERVA, FONDAZIONE MARIA BONINO.
Solo un cenno alla Pasqua, i miei auguri personali.
È una festività che ci richiama senza ombra di dubbio ad un evento religioso e di fede, normalmente legato alla narrazione di sofferenza e morte che portano alla resurrezione e alla gioia. 
Passa in subordine, forse un pochino, la motivazione per cui questo uomo, rivelatosi come Dio, ha acconsentito a tutto questo: ci credeva e per amore!
 
L’uomo, se ama veramente, e di ciò ne siamo capaci, sopporta e accoglie la fatica, i dolori, la sofferenza, la rinuncia alla ‘libertà’, l’obbedienza, la solitudine, le incomprensioni, le delusioni, se il fine è la salvaguardia dell’oggetto e del soggetto del suo amore. È un dato di fatto che così è! 
Da qui sgorga senza andarla a cercare ma automaticamente, la gioia! 
 
Penso che oggi  noi tutti, uomini e donne, ci troviamo in una situazione di sofferenza grande, a cui rispondiamo con rabbia, paura, tristezza, rassegnazione e intolleranza. La causa è un microscopico essere che ci mette in ginocchio! 
Ma non può distruggere la nostra umanità. 
E’ l’impazienza che ci pervade, oltre agli altri sentimenti di rabbia, tristezza, paura.
Ma se ci prendiamo un po’ di tempo per riflettere, questi tempi e questi sentimenti ed emozioni possono aiutarci a comprendere che quello che facciamo lo facciamo per amore degli altri, degli anziani, dei malati, delle persone  fragili che sono con noi e intorno a noi.   
Se così è  ne usciremo da questa situazione cambiati e rivolti verso un’altra direzione che è quella della solidarietà e non del solo interesse personale, della generosità e non quello dell’utilitarismo, della condivisione e non quello dell’accaparramento dei beni, insomma saremo veramente persone nuove quasi come… resuscitate a nuova vita e per ciò stesso nella gioia!
 
BUONA PASQUA A VOI TUTTI!!!!!
Pino