Relazione attività Gennaio 2019

10 Febbraio 2019 - SCUOLA, OSPEDALE E AZIENDA AGRICOLA

L'abbraccio onlus - Fubine

Notizie dall'Africa

Relazione attività Gennaio 2019

10 Febbraio 2019

Carissimi tutti, buongiorno!

A voi tutti che ci date la possibilità di essere i vostri esecutori nella realizzazione dei comuni progetti a favore dei nostri piccoli e grandi amici beninesi , alcune informazioni e riflessioni su quanto stiamo facendo e quanto è avvenuto nel corso del 2018 in Benin, a Sokponta.

Andiamo per capitoli.


LA SCUOLA E IL COLLEGIO

Marciano alla grande. Affidate alle suore nostre partner, Figlie di Nostra Signora di Lourdes, assicurano istruzione, continuità e assiduità nel tempo, senza interruzioni, e nel contempo assicurano qualità della stessa.

È stato necessario qualche rifacimento strutturale e al momento nessuna specifica necessità è stata segnalata.

Oltre alla semplice istruzione le nostre scuole sono inserite, con la partecipazione degli insegnanti e della direttrice, in un progetto più ampio di sensibilizzazione e prevenzione dell’abbandono scolastico insieme alle strutture scolastiche di più alto grado e pubbliche, collaborando per questo a pieno titolo con l’iniziativa e l’impegno della Cooperativa Minerva, nostra partner.


L'OSPEDALE

Diciamo che sta migliorando di giorno in giorno!!!

Dal punto di vista del personale ormai siamo al completo e con delle figure di eccellenza: il Direttore Sanitario dr. Jacques Ahoussa, eccellente pediatra per competenza, assicura la sua presenza e reperibilità 24 su 24. coadiuvato strettamente da un medico di medicina generale, dr. Majella che ne fa le veci e dal segretario generale-contabile sig. Narcisse. È un piccolo ‘grande’ team di gestione laggiù!

Abbiamo complessivamente 45 dipendenti.

I vari reparti: tutti ci chiedono la possibilità di espandersi non riuscendo a dare risposta a tutti i bisogni che si sono creati e accresciuti in questi anni. Reparti e servizi compresi la radiologia e il laboratorio analisi.

Soprattutto la Neonatologia : creata per circa 20 culline , ormai si fa veramente fatica ad ospitare tutti i prematuri e/o i bambini nati a termine ma gravemente ammalati nel reparto. La nostra attrezzatura e soprattutto il nostro personale formato sono un fiore all’occhiello della nostra struttura. E stanti così le cose non ci meravigliamo più se i bambini arrivano anche da località distanti 100 e più km. da Sokponta.

La chirurgia rivestirà un valore veramente straordinario: uno dei sei chirurghi pediatri esistenti in Benin ha chiesto di venire a lavorare con noi. Ha un progetto bellissimo ed ambizioso, sempre riguardo all’eccellenza delle cure e ai destinatari specificatamente i neonati con gravi problemi chirurgici.

Un incremento ulteriore dell’affluenza da noi è stato determinato anche dalla chiusura di molte strutture private non in regola voluta dall’attuale Presidente delle Repubblica del Benin: a novembre era veramente straordinaria tale da farci prendere la decisione di ampliare al più presto la struttura muraria e di conseguenza l’incremento numerico del personale.

A tal fine si è stabilito di ristrutturare un secondo piano sopra l’edificio delle chirurgia cominciando a dislocare lassù tutti i servizi e gli uffici amministrative e le sale di guardia per i medici con in più un salone per le riunioni e per la formazione continua del personale. Con un costo complessivo di 85.000, euro.

Così facendo recuperiamo posti letto in pediatria e ampliamo i laboratori. Un discorso a parte per la neonatologia per cui abbiamo previsto un ampliamento a lato del locale dell’attuale reparto, onde poter usufruire di tutta l’attrezzatura presente e dell’isolamento necessario per la buona funzionalità di questo servizio.

Altro capitolo, come potete immaginare, è la messa a disposizione di locali per la chirurgia.

Per quanto riguarda i costi: quest’anno ce la siamo cavata con 150.000,00 euro avendo usufruito di una quota accumulata negli anni di 40.000,00. Con contributi straordinari, non faccio nomi ma si sentano ugualmente ringraziati i donatori generosissimi, abbiamo però completato la NEONATOLOGIA e acquistato nuova attrezzatura. Il budget per il prossimo anno è di almeno 180.000,00 senza contare naturalmente gli interventi straordinari di cui si è accennato sopra. Tra l’altro 180.000,00 sono solo il corrispettivo per il pagamento del personale: circa quindicimila euro mensili.

Il resto viene reperito da quanto i pazienti possono dare contribuendo loro stessi alla spesa per le loro cure . Come voi ben sapete il nostro ospedale si connota soprattutto perché è una struttura dedicata per i poveri e tale è e resterà mantenendo la sua qualità nell’ambito dell’eccellenza. Quindi è assicurata la gratuità completa per tutti i poveri e a tal fine abbiamo deciso che l’accesso all’ospedale è libero senza una eventuale e preventiva richiesta di partecipazione che avverrà eventualmente dopo la visita del medico e a seconda delle necessità emerse.

Da dove ci arrivano i finanziamenti:

  • da singoli
  • da fondazioni (CR di Al, Marazzina, Maria Bonino, Chiesa Valdese, GAB Charity Foundation)
  • da tutti voi con la vostra partecipazione sempre presente e affettuosa
  • dal 5 x 1000: la nostra maggiore entrata ed è per questo che qui faccio un invito particolare per incrementare il più possibile l’arruolamento di nuovi aderenti. Fatelo, invitate amici parenti e conoscenti, per favore, con convinzione e sottolineando, e credetemi ce ne è bisogno, che nulla è carico del contribuente!

La nostra parola d’ordine è sempre stata: fidatevi! Sappiamo che volete essere generosi e donare ma a volte, per motivi a conoscenza di tutti, viene a mancare la fiducia.

I nostri partner:

  • Le suore Figlie di Nostra Signora di Lourdes che si occupano della scuola e del collegio
  • COOPERATIVA MINERVA di Genova con un bellissimo progetto in esecuzione di cui vi suggeriamo di seguirne il seguito sul loro sito
  • Suore degli Angeli che seguono da vicino la panetteria, la saponeria e soprattutto hanno in impegno le cure per i malati mentali del circondario

L'AZIENDA AGRICOLA

Ne abbiamo affidato la gestione ad un agronomo beninese di Sokponta. Sono stati acquistati 1000 pulcini per ovaiole in sostituzione delle precedenti ormai arrivate al termine della produzione e quindi vendute.

Un allevamento di maiali è in piena espansione

Mentre della coltivazione di ortaggi nel pezzo di terreno più piccolo (6 ettari)vedremo i frutti a marzo prossimo.

Stiamo riparando il trattore per mettere in produzione anche il pezzo più grande di 12 ettari. A proposito di quest’ultimo appezzamento: sarà dedicato per la produzione intensiva di prodotti necessari per la composizione e confezionamento di alimenti, biscotti e paste, che serviranno per il programma nutrizionale. Prenderemo in carico i piccoli denutriti o malnutriti e li accompagneremo anche dopo le dimissioni per seguirne il recupero e la guarigione. Un laboratorio di trasformazione è in via di costruzione con il finanziamento dedicato da parte della Chiesa Valdese.

Vi mando la statistiche inviateci dal nostro Direttore Sanitario dr. Jacques.

Vi saluto tutti affettuosamente con l’impegno di tenervi sempre aggiornati sui progressi che realizzeremo

In Benin.

Naturalmente un GRAZIE! …Grande come una casa: se tutto questo accade è per merito vostro!!!!!